Cosa sono i semi autofiorenti?

Ci sono molte varietà di cannabis disponibili oggi disponibili sia in varietà da interno che da esterno. La maggior parte delle persone preferisce le varietà indoor per la facilità di coltivazione e manutenzione. Ma cosa sono esattamente i semi autofiorenti e in cosa sono diversi dai loro cugini indoor?

Le piante crescono nel terreno, non in una pentola o sopra una struttura. I semi autofiorenti passano automaticamente dalla crescita vegetativa alla fioritura in assenza di luce solare, non il rapporto tra intensità della luce e ore di buio necessarie con varietà dipendenti dal fotoperiodo / a giorno corto. Sono tipicamente sterili (senza infezioni batteriche, fungine o virali) e sono adatti solo per la coltivazione in aree in cui riceveranno luce diretta per un periodo di almeno 6 settimane. Quando hai semi autofiorenti, dovrai dare alle tue piante circa tre settimane di luce a settimana, altrimenti la germinazione potrebbe essere stentata oi semi potrebbero non germogliare affatto.

I semi autofiorenti non richiedono annaffiature particolari, a differenza delle piante da interno che necessitano di frequenti annaffiature, e possono anche crescere per diversi anni senza alcuna attenzione. L’unico tipo di irrigazione richiesto è un fertilizzante idrosolubile e, come la maggior parte dei coltivatori idroponici sa, di solito è meglio usare fertilizzanti solubili quando si utilizza l’idroponica per assicurarsi che le piante crescano sane e prosperino. È meglio usare un fertilizzante solubile per ogni impianto, perché se mancano i nutrienti, le radici della pianta potrebbero morire.

I semi autofiorenti dovranno essere piantati in piccoli lotti per garantire la loro corretta germinazione e sviluppo. Ad esempio, se hai cinque piante in un lotto, dovrai coltivarne tre. Se le pianti in un grande lotto, avrai tre piante e così via.

I semi di marijuana dovranno essere conservati in un’area che non riceve luce diretta per almeno 6 settimane. Quando usi il metodo autofiorente, dovresti metterle solo in un’area in cui non c’è esposizione diretta al sole delle piante per almeno una settimana, ma preferibilmente, dovrebbero essere tenute all’ombra per un periodo di tempo più lungo. Questo aiuta a prevenire la formazione di muffe all’interno dei contenitori.

I semi di marijuana autofiorenti non producono tanto fumo quanto altri metodi, ma ne uscirà comunque una buona quantità. sotto forma di vapore e fumo, che saranno molto potenti. Sebbene alcune persone utilizzino un vaporizzatore per produrre questo fumo, personalmente non lo trovo efficace, poiché la potenza sarà molto bassa e fumerai ciò che è essenzialmente vapore acqueo, che evaporerà rapidamente se esposto alla luce solare diretta.

L’uso di semi di marijuana autofiorenti avrà lo stesso effetto del fumo di marijuana se stai fumando un ottavo di grammo di marijuana. Questo articolo di Marijuana Detective e Marijuana Chef spiega il processo in dettaglio e ti dà una buona idea generale di ciò che è coinvolto nella coltivazione del tuo piatto. Puoi acquistare semi autofiorenti in qualsiasi negozio online di vasi o in molti negozi di coltivazione.

L’unico aspetto negativo di questo metodo è che dovrai mantenere i semi umidi e mantenerli freschi, almeno fino a due settimane. dopo che i semi sono stati seminati per mantenere la loro potenza. Dopo le prime due settimane di crescita nel terreno, si consiglia di rimuovere i semi dalla pentola e lasciarli riposare per alcuni giorni in un contenitore che è stato coperto di vetro.

I semi sono fragili e si rompono facilmente. Dovresti sempre maneggiare i semi con cura e usare una forchetta di plastica, un coltello o un coltello affilato, poiché queste cose sono abbastanza forti da penetrare nello strato esterno del rivestimento del seme e rimuoverlo dal seme. È anche importante notare che i semi di marijuana sono suscettibili alla muffa.

Allora, come fai a sapere cosa sono i semi autofiorenti e quali sono i vantaggi di coltivarli? Bene, sono estremamente potenti e hanno un prodotto di alta qualità da offrire. Il vantaggio principale dei semi di marijuana autofiorenti, tuttavia, è che forniscono una resa maggiore per pianta. Ciò rende più economico iniziare con grandi quantità di piante di marijuana e coltivare una varietà di varietà di marijuana.

Con le varietà di marijuana di alta qualità disponibili oggi, è più facile che mai avere uno sballo costante e di alta qualità quando si coltiva e si produce una grande quantità di marijuana di alta qualità. I semi autofiorenti sono il modo migliore quando si tratta di coltivare la propria marijuana!