I semi di marijuana CBD e CBDA sono davvero legali?

Con la crescita della cannabis sempre più legale negli Stati Uniti, molte persone si chiedono se possono sballarsi con i semi di CBD e CBDA. Questo articolo esplora la questione se la cannabis possa essere coltivata senza CBD e CBDA. Esamineremo anche alcune delle differenze tra CBD e CBDA per aiutarti a decidere quale tipo di cannabis sarà giusto per te.

Sebbene sia piante di marijuana che di canapa, la differenza sta in gran parte nel fatto che la marijuana cresce principalmente sulla terra, mentre la canapa cresce sui gambi delle piante. I boccioli di marijuana crescono a forma di cono prima di cadere. I boccioli di canapa crescono dal seme e poi in un fascio. Entrambi questi tipi di marijuana crescono e prosperano nello stesso ambiente, sebbene la canapa sia più facile da coltivare indoor.

Marijuana e canapa contengono ciascuna grandi quantità di CBD e CBDA, due composti presenti nella pianta di cannabis. Queste sostanze non sono presenti nella canapa o nella marijuana come blueberry auto, ma quando combinate con un altro ingrediente chiamato delta-9-tetraidrocannabinolo (THC), questi composti creano una sostanza chiamata THC, che è ciò che rende la marijuana e la canapa molto avvincenti. Sebbene non ci siano differenze significative tra marijuana e canapa, CBD e CBDA possono avere effetti diversi su persone diverse. Ad esempio, alcuni studi suggeriscono che la combinazione di due o tre di queste sostanze può produrre maggiori benefici rispetto alla somma delle loro parti. È possibile che tu stia meglio assumendo solo una di queste sostanze, mentre l’altra viene interrotta del tutto per motivi personali.

Ci sono molti vantaggi nella coltivazione della cannabis, ad eccezione di una piccola quantità di THC o tetraidrocannabinolo. Alcuni di questi includono un aumento dell’appetito, un effetto antinfiammatorio e un fattore di benessere generale. Tuttavia, alcuni ricercatori ritengono che la combinazione della combinazione di CBD e CBDA con la cannabis possa portare alla produzione di sostanze chimiche potenti e sgradevoli note come pesticidi, che sono noti agenti cancerogeni. Per evitare il rischio di contaminazione da pesticidi, è importante assicurarsi che le tue piante di cannabis siano coltivate in modo da evitare che vengano spruzzate con insetticidi.

A differenza della marijuana, la canapa può essere coltivata per uso personale. Non ci sono restrizioni sui coltivatori di canapa per quanto riguarda chi può coltivare la canapa per scopi medici, sebbene la canapa potrebbe non essere coltivata in tutti gli stati. Se vivi in uno stato che limita l’uso di marijuana medica, potresti provare a coltivare una piccola quantità di marijuana e testarne i risultati. in un piccolo contenitore per scoprire quale sia l’impatto dell’uso di marijuana sul tuo corpo, soprattutto se hai una personalità che crea dipendenza.

I semi delle piante di marijuana sono una scelta migliore per le persone interessate ad avere marijuana di alta qualità. Ad esempio, la maggior parte dei semi di canapa contiene circa il 25% di CBD e CBDA rispetto ai boccioli di cannabis che ne contengono solo il 10%. La combinazione dei due aiuta il cervello umano a creare le stesse quantità di questo composto, permettendogli così di agire allo stesso modo del THC ma senza gli effetti collaterali negativi associati al farmaco. La maggior parte dei consumatori di marijuana non sa che la pianta di canapa contiene CBD e CBDA, ma se hai una personalità che crea dipendenza, potresti essere interessato a provare questa opzione per il sollievo.

Comments are closed.